Un gruppo esperienziale della durata di due giorni, donne che corrono coi cavalli, un incontro di donne, con i loro ostacoli, i loro dolori, le emozioni, la rabbia, la loro bellezza e le loro risorse, che cominciamo a vedere con gli occhi dell’intuizione. Perché tutte le donne hanno storie personali e c’è un tipo di storia legata alla paura e alla vergogna. Un segreto, un segreto da non dire, ma i segreti legati alla vergogna, portano tristezza, dolore e isolamento. Un fardello pesante da portare, così ad un certo momento la nostra donna selvaggia urla da dentro e la gola comincia a pulsare e brucia, è dolente, stringe. Storie di abusi, di castrazione di sconnessione con la nostra vera natura. Non possiamo vivere così è ora di scrivere un finale diverso alla nostra storia e il cavallo porta il soccorso che è mancato nel momento del trauma. Quando il segreto rimane nascosto nel silenzio il cuore duole, fa male, c'è rabbia, frustrazione, smarrimento e solo entrando li e condividendo quella parte d’ombra che può cominciare a cicatrizzare.

Un viaggio per una crescita interiore, per la nostra guarigione. La Donna Selvaggia, descritta da C. Pinkola, è intensa una forza psichica potente, creatrice, libera ma limitata dalle proprie paure, dalle insicurezze e da tutte le convenzioni cucite addosso.

Risvegliare la donna selvaggia significa lenire le antiche ferite e guardarle in modo nuovo, significa lasciar fiorire la propria natura, tornare alla parte intuitiva con la sua profonda saggezza. Lasciando cadere la maschera, attingendo alla nostra autenticità fatta d’intuizione e antica conoscenza, l’intuito come tesoro è strumento della visione interiore. Comprendere che le cose non sono sempre come appaiono. Anche le malattie ci parlano, ci parlano di noi. Impariamo ad usare i nostri sensi. Senza l’Anima selvaggia noi come donne moriamo.
Un esperienza unica, con i cavalli per incontrare la dea cavallo. Piccoli esercizi da terra per riscoprire il mio potere.

Il potere di colei che sa. L’anima selvaggia sussurra le parole e i modi, dobbiamo solo seguirla siamo pronte per il cambiamento interiore?

È un viaggio all’interno di noi stesse, alla riscoperta dell’essenza stessa della donna, della propria natura, delle proprie potenzialità, il coraggio di osare e non temere gli eventi della vita, ci permette di aprire una porta che conduce all’amore verso noi stessi; il coraggio di credere, nuovamente, al nostro istinto e riconoscerlo come un vero e proprio Dono.

 

Sono io il potere dentro di me, sono L’amore del sole e la terra, sono il grande spirito e sono eterna, la mia vita è piena di amore e allegria…
le parole della Abuela Margarita mi accompagnano.