Il terzo dei quattro incontri del percorso I Fondamentali

Questo modulo affronta l’auto-giudizio, una tematica spesso vissuta nella quotidianità attraverso ammonizioni, impedimenti, limiti e confini interni a noi stessi che inibiscono la capacità di relazionarsi al mondo esterno in modo naturale e spontaneo.

L’auto-giudizio ha a che fare con una struttura psicosomatica della Personalità chiamata Giudice Interiore: è possibile riconoscerla fin da quando ci svegliamo la mattina, è un costante dialogo interiore su come dovremmo o non dovremmo essere, su cosa è giusto e cosa è sbagliato, cosa devo o non devo fare e riguarda anche credenze e immagini di noi fisse, rigide e stereotipate.

Generalmente questo dialogo interiore genera vergogna di essere chi veramente siamo, paura, rabbia, frustrazione, sofferenza e senso di inadeguatezza ad esempio “Io non vado bene così come sono” oppure “Se non farò così non verrò amato, riconosciuto, rimarrò da solo”.

Questo corso è utile per portare l’attenzione, attraverso diverse pratiche di esplorazione e meditazione, su come questa struttura si manifesta all’interno del nostro organismo (sintomi fisici, mentali e emozionali) limitando la nostra libertà di espressione.